Il costo della guerra: 2 milioni di bambini siriani colpiti da traumi, malattie, malnutrizione

Gli orrori della guerra sono meglio illustrate nel disegno uno drawings.In, dettagliate bambino un elicottero e aereo da guerra cottura sopra una vasca di sparare un missile.

Sotto, gli uomini armi da fuoco a vicenda come una figura stilizzata giace a terra nelle vicinanze.
La guerra civile siriana ha preso un tributo enorme psicologica e fisica sul più innocente delle vittime – i bambini.
Più di 2 milioni di bambini siriani sono stati afflitti da traumi, malnutrizione o malattie, il gruppo di aiuto Save the Children ha detto in un rapporto di Mercoledì.
Il combattimento ha lasciato uno su tre bambini con lesioni.
E ha decimato i programmi di vaccinazione in tutto il paese, con circa due terzi dei bambini in Siria settentrionale, senza protezione contro le malattie prevenibili.
ONU: numero di profughi siriani aumentando a ritmo rapido
Nowhere to Hide
Con più di 3 milioni di edifici sospinta da attacchi, bambini e genitori in tutto il paese sono a corto di posti per mettersi al riparo.
Circa 80.000 siriani stanno dormendo in grotte, parchi o fienili, Save the Children ha detto.
Quelli confezione un po ‘più fortunati in appartamenti sovraffollati o case con altre famiglie. Ma con le linee del fronte di guerra si spostano continuamente, non dimora viene risparmiato dai bombardamenti.
“La maggior parte delle case sono state di essere colpiti. Abbiamo dovuto soggiornare in una stanza, tutti noi. Le altre stanze erano colpiti,” 12 anni, Yasmine ha detto l’agenzia.
“Il bombardamento era costante …. sapevo che non poteva muoversi da quella stanza uno. C’erano 13 di noi … stipati in una stanza. Non ha lasciato quella stanza per due settimane.”
Quando suo padre finalmente avventurati fuori, la vita Yasmine è cambiata per sempre.
“Ho visto mio padre uscire, e guardò mio padre è stato girato fuori della nostra casa,” disse la ragazza. “Ho iniziato a piangere, ero così triste. Vivevamo una vita normale, abbiamo avuto abbastanza cibo. Ora, noi dipendiamo dagli altri. Tutto è cambiato per me quel giorno.”
Principe Carlo visita campo profughi siriano
Traumatizzato dal dolore
Prova Yasmine è solo una delle innumerevoli storie di bambini alle prese con le uccisioni dei membri della famiglia.
Un nuovo studio Bahcesehir University in Turchia trovato tre ogni quattro bambini siriani intervistati aveva perso una persona cara a causa dei combattimenti, Save the Children ha detto.
“Io non credo che ci sia un solo bambino toccato da questa guerra,” un residente di nome Safa ha detto. “Tutti hanno visto la morte. Tutti hanno perso qualcuno.”
Usato come pedine
Sono troppo giovane per combattere, troppo giovane per sparare con un’arma. Ma questo non significa che sono stati risparmiati dalla prima linea.
“I bambini sono sempre più messi direttamente in pericolo in quanto sono stati reclutati da gruppi armati e le forze,” Save the Children ha detto. “Ci sono state segnalazioni che anche bambini di otto sono stati usati come scudi umani”.
Un recente rapporto delle Nazioni Unite fa eco a questa scoperta, dicendo le forze governative e ribelli hanno reclutato ragazzi di appena 12.
Nessuna scuola per andare a
Dieci anni, Noura ha detto che amava andare a scuola. Ma, come migliaia di studenti, ora non c’è scuola a partecipare.
“Ho smesso di andare a scuola quando ha iniziato i bombardamenti. Non era sicuro”, ha detto il gruppo Noura aiuto. “Mi sento triste che la mia scuola è stato bruciato perché la mia scuola mi ricorda i miei amici.”
Più di 2.000 scuole in tutto il paese sono state danneggiate, con molti altri trasformato in rifugi d’emergenza, ha detto il gruppo.
Ogni via d’uscita
Save the Children ha chiesto il Consiglio di sicurezza dell’ONU di unire in un piano che porrà fine alla guerra civile.
Ma due anni di diplomazia delle Nazioni Unite, trattative e situazioni di stallo cronici al Consiglio di sicurezza non sono ancora riusciti a produrre una soluzione efficace in Siria.
All’inizio di quest’anno, il presidente siriano Bashar al-Assad ha annunciato un piano per risolvere il conflitto, che comprendeva il dialogo nazionale e una nuova costituzione che sarebbe stato messo in un referendum pubblico.
Ma c’è un avvertimento importante: Al-Assad ha detto che si rifiuta di trattare con i “terroristi”, un termine che il governo usa spesso per descrivere l’opposizione cercando di porre fine 42 anni di al-Assad dominio della famiglia.
Allo stesso modo, i membri dell’opposizione hanno dichiarato che non lavorerà direttamente con al-Assad governo “criminale”, né saranno accettare qualsiasi soluzione che non comporta la partenza del presidente.
“Non sappiamo chi ha ragione e chi ha torto, ma so che i civili stanno pagando il prezzo”, una madre di nome Hiba ha detto.
“Volevo solo per mantenere i miei figli al sicuro. Se muoio, va bene … ma non i miei figli.”

Leave a Reply